730 precompilato : come funziona

Il 730 compilato è una delle scommesse del governo Renzi che si propone di semplificare la dichiarazione dei redditi degli italiani.

Ma come funziona il 730 precompilato ?

Come sapete i lavoratori dipendenti devono presentare la dichiarazione dei redditi attraverso la compilazione del modello 730. Poichè molti temono di commettere errori e comunque la compilazione non è facile il contribuente è costretto a farlo da solo, tramite commercialista oppure rivolgersi ai Caf. Poichè si presume che il reddito del lavoratore sia noto a differenza degli autonomi il 730 arriverà precompilato direttamente dall’ Agenzia delle Entrate.

Arriva a casa per posta o bisogna scaricarlo dal sito ? Cerchiamo di chiarire tutte le problematiche ed i dubbi in modo da poterci orientare. E’ una questione che riguarda moltissimi lavoratori dipendenti ed i pensionati dell’INPS.
modello-730-precompilato

Come avere il 730 precompilato ?

Ci sono due modi per avere a disposizione il 730. Si può accedere al sito Fiscoonline del’Agenzia delle Entrate oppure richiedendolo ai Caf o all’INPS o al proprio sostituto d’imposta cioè al datore di lavoro.

Per accedere ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate bisogna essere registrati ed avere un Pin per accedere. Se non l’avete giù fatto potete registrarvi compilando tutti i dati personali, scegliendo username e password.

Come si richiede il PIN

Il PIN è un codice numerico che viene inviato a casa del contribuente. Per richiederlo avete anche altre possibilità:

E’ possibile in ogni caso fare una delega per far gestire il proprio 730 ad un consulente. Vi ricordiamo che il 730 precompilato non è obbligatorio infatti ognuno di noi può procedere come faceva in passato presentando l’apposita dichiarazione dei redditi. Ci sono ovviamente tutta una serie di spese deducibili del contribuente che lo Stato può non conoscere.

Documentazione da allegare al 730 precompilato

Per avere un chiaro completo della situazione cerchiamo di capire quali sono i documenti da allegare per completare la dichiarazione dei redditi.

Se avete scelto di usare il 730 precompilato dovete integrare la documentazione con le spese mediche sanitarie, con eventuali detrazioni per ristrutturazioni, spese per assicurazioni, trasporti e così via. Il modulo precompilato contiene comunque tutti gli altri dati relativi a redditi percepiti, immobili di proprietà e mutui vari conosciuti dallo stato. Se avete altri redditi come quelli da rendite finanziarie o affitti dovete includerli alla documentazione allegata.

A chi si consegna il 730 precompilato

Una volta usato il modulo precompilato e allegato tutti i documenti relativi alle spese varie da scaricare potete presentare la dichiarazione entro i termini di scadenza previsti (il 7 luglio per il 2015) oppure rivolgersi come sempre ai Caf, patronati o al commercialista.

Il vantaggio di questa procedura è che si dovrebbe ottenere una semplificazione nei controlli dei redditi. Chi ha utilizzato il 730 precompilato non subirà controlli di nessun tipo in quanto lo Stato ha già controllato la dichiarazione a priori, gli altri contribuenti saranno sottoposti invece agli accertamenti previsti.

Come ottenere eventuali rimborsi

Nel caso in cui abbiamo diritto a dei rimborsi questi saranno inclusi come gli anni precedenti nella busta paga dei mesi successivi (in genere settembre). Nei mesi estivi, invece, ci saranno i rimborsi per i pensionati che sono a credito. Se avete invece dei debiti verso lo Stato anche questi saranno scalati con lo stipendio nei mesi successivi.

Updated: 28 giugno 2016 — 12:19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MrFinanza © 2016 Frontier Theme