Bollette: come tagliare i costi dell’energia

Il mese di febbraio è uno dei più critici dell’anno in materia di spese, perché spesso arrivano i conguagli che interessano le bollette della luce e del gas, che possono presentarsi salate in base all’intensità del freddo di una certa stagione o per ragioni diverse. Tagliare i costi dell’energia non è più un’utopia, perché grazie ai sistemi di nuova generazione e a qualche accortezza è possibile risparmiare sui costi delle utenze di casa senza perdere in comfort e in benessere.

Come risparmiare sull’energia in casa?

Tutto può iniziare dagli elettrodomestici, perché gli esperti sono concordi nell’affermare che gli elettrodomestici obsoleti, soprattutto quelli di grandi dimensioni come i frigoriferi, le lavastoviglie e le lavatrici sono la prima fonte di consumi elevati se sono antiquati. La ragione va ricercata nello sforzo che questi strumenti fanno oggi giorno per compiere il loro dovere, se la componentistica è vecchia e se le guarnizioni non tengono più come un tempo. Chi ha ‘mezza idea’ di cambiare gli elettrodomestici o alcuni di essi, deve quindi orientarsi verso sistemi in classe energetica A++, i quali assicurano bassi consumi e prestazioni eccellenti. Il costo dell’elettrodomestico può sicuramente pesare sul bilancio familiare, ma il risparmio in bolletta è garantito, con un aumento delle performance di raffreddamento nel caso del frigorifero e del congelatore, di conservazione dei cibi, di lavaggio dei capi e delle stoviglie.

Gli elettrodomestici possono essere usati di notte e tagliare i costi dell’energia se la tariffa scelta lo prevede. Un tempo usare di notte a lavatrice era impensabile, a causa del rischio di svegliare tutti i vicini di casa ma, grazie alla silenziosità raggiunta dai sistemi di nuova generazione, questo è possibile e si può fare un bucato anche a ciclo lungo, come i cotoni o i capi più sporchi mentre si dorme, con la sicurezza di ottenere un ottimo risultato e di alleggerire la bolletta dell’energia elettrica.

Un consiglio per risparmiare energia interessa quindi l’uso del forno. Siamo spesso abituati a usare la versione classica e a preriscaldare il forno, ma questa prassi consuma molta energia. La scelta più economica si basa sull’impiegare la ventilazione e non preriscaldare, perché in questo modo si taglia un bel po’ di spesa. Vietato inoltre aprire continuamente la porta del forno, perché questo semplice gesto raffredda la temperatura interna e, alla lunga, induce un consumo maggiore di energia elettrica o di gas.

L’estate è ancora lontana, ma può essere utile controllare l’impianto di raffrescamento in previsione dell’arrivo del caldo. Un altro trucco per risparmiare in bolletta, soprattutto nelle aree più calde, è scegliere delle tende alla veneziana, che possono oscurare con un semplice gesto gli ambienti e lasciare passare l’aria, creando un ambiente alquanto confortevole. Questa scelta può pesare leggermente sul bilancio familiare, ma permette di arrivare all’estate con l’impianto a posto e con una dotazione di tende confortevoli e salva energia. Il frigorifero, elettrodomestico che nelle stagioni calde viene riempito di cibi e di bibite merita di essere impiegato con la giusta cautela, perché più alimenti si inseriscono e più elevato è il consumo. Un’attenzione speciale va riservata alle guarnizioni, che devono essere sostituite se obsolete perché fonte di dispersione del calore e quindi di costi elevati da pagare nella prossima bolletta.

Salva

Updated: 21 febbraio 2017 — 20:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MrFinanza © 2016 Frontier Theme