Cos’è la Pensione di invalidità civile, chi può ottenerla e fasce reddito

Tanto per cominciare è bene spiegare cos’è l’invalidità civile. Essa viene accertata previa visita medica e comprende quei soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni di età che sono stati colpiti da malattie ereditarie, che non gli permettono di svolgere in alcun modo nessuna attività lavorativa.

Molto spesso l’invalidità civile viene associata insieme alla pensione di accompagnamento regolata ai sensi dell’articolo 74 legge 469/1961. Dovete tener conto che in questa tipologia di pensione non ci sarà alcuna forma di pagamento relativa ai contributi o di natura assicurativa.

La pensione di invalidità civile a chi spetta? Ecco i requisiti

La pensione di invalidità come detto precedentemente comprende quei soggetti di età compresa tra i diciotto e sessantacinque anni, non importa se siano extracomunitari, comunitari o cittadini italiani, l’importante è che ci sia la residenza italiana. Per riconoscere se realmente necessitate della pensione di invalidità civile avrete a disposizione un tempo massimo di sette mesi.

Come funziona l’invalidità civile? La somma spettante sarà circa di 279,47€ mensili che verrà erogata per 13 mensilità. Essa partirà con effetto immediato dal primo giorno del mese successivo rispetto a quello della presentazione della domanda. La somma spettante non potrà essere erogata (un domani) al coniuge superstite. Vediamo nei dettagli i requisiti per accedere a questa tipologia di pensione:

  • Requisiti sanitari: l’invalidità riconosciuta dalla Commissione Sanitaria ASL dev’essere tra il 74% e il 100%. Inoltre la persona deve rientrare tra le malattie individuate dalla legge.
  • Requisiti di età: Come abbiamo ribadito più volte nell’articolo, l’età compresa dev’essere tra i 18 e i 65. Per tutte le altre situazioni sono previste altre prestazioni.
  • Requisiti di reddito: il reddito del soggetto beneficiario è un fattore da tenere in considerazione.

Come fare domanda pensione invalidità civile all’Inps

E’ possibile fare domanda della pensione di invalidità civile online, con precisione viene fatta sul sito ufficiale dell’INPS. Basterà avere il PIN per accedere alla piattaforma e il gioco è fatto. In caso contrario il proprio patronato o CAF di fiducia, si occuperà della vostra domandina.

Prima di compiere questo passo è necessario contattare uno dei medici registrati presso la lista Inps medici certificatori invalidità civile, che appunto sarà lui a certificare la vostra situazione e lo notificherà all’Inps in via telematica. Non appena avrete ottenuto la ricevuta di trasmissione la Commissione Medica ASL contatterà il soggetto per una visita, e una volta confermata la patologia potrete ricevere la pensione di invalidità civile.

Scoprire il reddito massimo per pensione invalidità civile 2016

Con il passare degli anni anche questo fattore si è evoluto modificando gli importi delle fasce di reddito massimo da attribuire ad ogni soggetto. Riportiamo qui di seguito l’elenco aggiornato al 2016 con le situazioni differenti per ogni soggetto:

  • Agli invalidi civili totali (100%), l’importo della pensione per il 2016 è pari a 279,47 euro, e il limite di reddito annuo da non superare è pari a 16.532,10;
  • Agli invalidi civili parziali (74-99%)spetta un importo pari a 279,47 euro, e il limite di reddito annuo da non superare è pari a 4.800,38;
  • Ai sordi l’importo dell’assegno mensile è pari a 279,47 euro, e il limite di reddito annuo da non superare è pari a 16.532,10;
  • Ai ciechi assoluti (se non ricoverati) spettano euro 302,53 mensili, e il limite di reddito annuo da non superare è pari a 16.532,10;
  • Ai ciechi assoluti (se ricoverati) spetta un importo pari a 279,47 euro, e il reddito da non superare è di 16.532,10 euro;
  • Ai ciechi parziali spetta un importo pari a 279,47 euro, e il reddito da non superare è di 16.532,10 euro;
  • Ai minori, l’importo dell’indennità di frequenza è pari a 279,47 euro, e il limite di reddito annuo da non superare è pari a 4.800,38;
  • Ai sordi, l’importo dell’indennità di comunicazione è pari a 254,39, e spetta indipendentemente dl reddito posseduto;
  • L’accompagnamento per gli invalidi civili totali è pari a 512,34, e spetta indipendentemente dl reddito posseduto;
  • L’accompagnamento per i ciechi assoluti è pari a 899,38, e spetta indipendentemente dl reddito posseduto;
  • Ai ciechi ventesimisti, l’importo dell’indennità speciale è pari a 206,59 euro, e spetta indipendentemente dl reddito posseduto;
  • Ai lavoratori affetti da drepanocitosi e talassemia major (con requisiti contributivi) spetta un’assegno pari a 502,39, indipendentemente dl reddito posseduto.

Il nostro consiglio è comunque quello di controllare la circolare INPS ufficiale in cui sono indicati tutti gli importi massimi in base al reddito e aggiornati al 2016.

Updated: 3 gennaio 2017 — 16:56

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MrFinanza © 2016 Frontier Theme