Fornitura gas: come fare la scelta più conveniente?

La primavera sta raggiungendo il suo Zenith e in molte case degli italiani il riscaldamento è stato spento. Il gas viene quindi impiegato solo per la cottura e per generare l’acqua calda per lavarsi e per le operazioni domestiche. Se le bollette di chiusura stagione sono state un salasso è arrivato il momento di fare la scelta giusta e di cercare di risparmiare in previsione della prossima stagione invernale.

Ma come fare la scelta più conveniente per il gas?

La prima cosa da fare è leggere con cura le bollette che hanno coperto il periodo autunno inverno e rendersi pienamente conto di quale è il consumo effettivo di gas. È quindi interessante comparare la quantità di gas consumato con le tabelle che sono presenti nel web o che possono essere richieste alle singole compagnie di distribuzione. In questo modo ci possiamo rendere conto se il prezzo dell’operatore che abbiamo scelto è conveniente o meno. Un’attenzione speciale va riservata alle tasse e ai costi di gestione, quest’ultimi variabili di compagnia a compagnia. In questa stagione è quindi ideale chiedere ai diversi operatori delle proposte commerciali, al fine di capire quale è realmente l’azienda fornitrice che ci fa risparmiare.

Se notiamo che la spesa è davvero troppo importante le ragioni possono essere diverse. La prima può essere legata al cattivo isolamento della nostra casa. Le finestre e le porte obsolete sono il primo ‘capo di imputazione’, perché creano spifferi e passaggi di aria fredda che fanno lievitare il costo del riscaldamento.

Ecco che pensare alla sostituzione può essere una buona idea, soprattutto se consideriamo che vi sono i benefici fiscali di detrazione fino alla conclusione del 2017. I serramenti nuovi ci permettono in primis di risparmiare nel costo del gas, danno una mano all’ambiente e inoltre aumentano il comfort domestico, con una percezione di calore più elevata in inverno e una freschezza più tangibile nelle stagioni estive.

È quindi importante valutare se vi siano degli sprechi di gas in casa. Un buon investimento sono le valvole termostatiche da applicare ai termosifoni. Queste valvole permettono di impostare la temperatura in ogni stanza e quindi di concentrare temperature più elevate negli ambienti di maggior frequentazione, distribuendo in modo più efficace il calore. Ricordiamoci, infatti, che chiudere del tutto il riscaldamento in alcune stanze non porta al risparmio, perché i muri si raffreddano e possono chiedere più sforzo ai termosifoni della stanza attigua. Se, invece, viene calibrato il riscaldamento a una temperatura bassa e costante, la spesa diminuisce e aumenta, al contempo, la percezione di benessere e di calore avvertita dagli abitanti.

La scelta gusta per risparmiare con il gas è quindi di prendersi per tempo, comparare tutte le offerte in base ai dati che abbiamo raccolto dalle bollette della stagione appena conclusa e considerare di migliorare gli aspetti abitativi all’interno della nostra casa. L’uso virtuoso del gas, la predisposizione dell’ambiente e anche la comparazione fra le offerte possono operare in sinergia e permetterci di risparmiare un bel po’ di risorse nel riscaldamento stagionale.

Salva

Updated: 24 aprile 2017 — 16:05

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MrFinanza © 2016 Frontier Theme