Mutuo a tasso fisso : come funziona

Il mutuo bancario è detto a tasso fisso in quanto, una volta scelto, il tasso non si modifica durante la vita del contratto e, di conseguenza, la rata rimane costante a prescindere dall’andamento del costo del denaro. Il mutuo a tasso fisso prevede, quindi, che una volta stabilito il tasso e sottoscritto il contratto si abbia la sicurezza della rata, che resta invariata per tutta la durata del finanziamento. Con la scelta di un mutuo a tasso fisso, sicuramente il richiedente pagherà una rata più pesante, ma avrà la certezza che più di quello non gli verrà chiesto per tutta la durata del mutuo.

mutuo-casaIl mutuo a tasso fisso risulta vantaggioso se, dopo la stipula del contratto, si verifica un generalizzato aumento dei tassi, il contrario se invece i tassi diminuiscono. Visto che oggi i tassi sono bassi, scegliere il tasso fisso è una opzione che in futuro si rivelerà sicuramente vantaggiosa o comunque non troppo sconveniente.
Tuttavia, la certezza della rata va bilanciata con il fatto che il tasso fisso, al momento della conclusione del contratto, si pone su livelli più elevati di quello variabile e quindi comporta, come già detto in precedenza, almeno nelle fasi iniziali dell’operazione, maggiori oneri per interessi.

L’importo della rata può però essere mitigato agendo sulla durata del contratto di mutuo. Nella pratica, il tasso fisso si associa a durate più lunghe.

Salva

Updated: 15 dicembre 2016 — 12:46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MrFinanza © 2016 Frontier Theme